28 dicembre 2010

Animal Liberation Orchestra - Barbeque

28/12 - grazie a tutti per gli auguri

http://it.wikipedia.org/wiki/28_dicembre

Grazie a tutti gli amici che mi hanno scritto o inviato gli auguri per
un qualsivoglia mezzo (anche la telepatia andava bene).
Li ho ricevuti tutti, grazie!

(mettere la frase "grazie a tutti per gli auguri" il giorno dopo il
compleanno → FATTO)

Posted via email from catoblepa

29 novembre 2010

Alessandria - 29/11/2010 - NO alla privatizzazione AMIU e ATM

Le Cooperative Sociali “Lavoro Liberazione”, “Coompany &”,
“Marcondiro”, impegnate nella fornitura di servizi a supporto della
raccolta differenziata porta a porta ad Alessandria, rendono nota la
loro partecipazione alla manifestazione pubblica e pacifica dei
lavoratori AMIU e ATM, che avrà luogo lunedì 29 novembre 2010.

Posted via email from catoblepa

24 novembre 2010

Così Nichi ci vende a Microsoft

REGIONE PUGLIA
Protocollo d'intesa Regione Puglia e Microsoft Italia. Vendola domani a Roma
BARI - A Roma domani mercoledì 24 novembre alle ore 15.00 presso la sede della regione Puglia in Via Barberni 36, il presidente della regione Puglia Nichi Vendola e l’amministratore delegato di Microsoft Italia Pietro Scott Jovane sigleranno un Protocollo d’intesa che dà inizio a un importante rapporto di collaborazione. Il fine è quello di promuovere l’innovazione e l’eccellenza nell’ideazione, sviluppo e utilizzo delle tecnologie e delle soluzioni informatiche, valorizzando il ruolo della Regione nelle relazioni dirette con i più grandi gruppi internazionali del settore.

Questo è il comunicato stampa apparso a sorpresa ieri sul sito della Regione Puglia, tristemente confermato dalla firma dell'accordo avvenuto pochi minuti fa.

Dopo l'accordo con i ministri Gelmini e Brunetta, Microsoft mette a segno un altro colpo.
Stavolta a condurre l'Italia in direzione opposta al resto del mondo e contro le pratiche di buona gestione della PA è il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola.
La nostra indignazione nasce dal fatto che ad essere venduti sono la nostra libertà e i nostri diritti.
  • La libertà a non essere legati a un fornitore per poter accedere, utilizzare o anche solo interpretare i dati che la pubblica amministrazione gestisce, ovvero i dati di tutti noi, e quindi preferire standard aperti.
  • Il diritto di non veder sperperati soldi pubblici in licenze che obbligano le PA ad un rapporto di continua dipendenza sempre con gli stessi fornitori di software proprietario invece di investire nello sviluppo di soluzioni libere che consentono il riuso in altre amministrazioni e l'apertura verso estensioni e tecnologie future.
Ci sentiamo doppiamente traditi perché a venderci ad un fornitore privato è Nichi Vendola, sostenitore del copyleft e dei «movimenti che si oppongono alla privatizzazione della conoscenza» proprio nella regione dove qualche anno fa il Partito di Rifondazione Comunista, lo stesso da cui proviene Vendola, ha presentato un disegno di legge a favore dell'open source nella PA.

Come si può "promuovere l’innovazione e l’eccellenza nell'ideazione, sviluppo e utilizzo delle tecnologie e delle soluzioni informatiche", facendo accordi con chi ha sempre messo i bastoni fra le ruote a chi innova e non si chiama Microsoft? Con chi ha fatto del FUD una pratica quotidiana, per frenare l'innovazione?
Per questo il nostro invito è quello di protestare contro questo accordo, nella speranza che Vendola torni sui suoi passi mettendo fine a questo vile accordo.
Come fare? Diffondendo il più possibile la nostra indignazione: tag-bombing sui social network (@vendola #vendola ecc..), netstrike su www.nichivendola.it, ecc..

Posted via email from catoblepa

02 novembre 2010

[Alessandria] Il Comune e gli equilibrismi di bilancio

EQUILIBRISMI DI BILANCIO

Secondo Il sole 24 ore è *necessaria* una politica di austerità,
Vandone (assessore al Bilancio del Comune di Alessandria) rivendica il
diritto alla "gestione dinamica del patrimonio".

Manca la foca con il pallone sul naso e i pagliacci.. o abbiamo già
anche quelli?

Radio Gold - Conti del Comune:
Vandone è tranquillo. Il Sole 24 Ore invita all'austerità
http://www.radiogold.it/site/notizia.php?id_art=bf7c84c2b0a6d564de220eda76dd99fc

Posted via email from catoblepa

07 settembre 2010

Wheezy the Penguin

Wheezy the Penguin

Woody: "Wheezy, you're fixed!"
Wheezy: "Oh, yeah. Mr. Shark looked in the toy box and found me an
extra squeaker."
Woody: "And how do you feel?"
Wheezy: "Oh, I feel swell. In fact, I think I feel a song coming on."
—Woody and a fixed Wheezy

http://pixar.wikia.com/Wheezy

Posted via email from catoblepa

04 giugno 2010

Linux baby sitter

Raul Midon - State of Mind

Stefano Benni - Elianto

(Stefano Benni - Elianto)

C'era un gran rumore negli universi. Generazioni di stelle nascevano e
morivano sotto lo sguardo di telescopi assuefatti, fortune
elettromagnetiche venivano dissipate in un attimo, sorgevano imperi
d'elio e svanivano civiltà molecolari, gang di gas sovraeccitati
seminavano il panico, le galassie fuggivano rombando dal loro luogo di
origine, i buchi neri tracannavano energia e da bolle frattali
nascevano universi dissidenti, ognuno con legislazione fisica
autonoma. Ovunque si udiva il grido angoscioso di schegge, brandelli,
filamenti, scampoli, frattaglie chimiche e asteroidi nomadi che
cercavano invano l'intero a cui erano uniti fino all'istante prima.
Era un coro di orfani e profughi spaziali, in fuga verso il nulla con
un muggito di mandria terrorizzata. Fu in questo scenario di divorzio
universale che un giovane ardito atomo di ossigeno si slanciò dal
trapezio della vecchia molecola per volare verso un nuovo trapezio,
dove lo attendeva un atomo di idrogeno per una nuova eccitante
combinazione. Ma, dopo un triplo salto mortale, l'atomo acrobata mancò
per un nonnulla le braccia protese dell'idrogeno-porteur, e precipitò
nel vuoto sidereo con un urlo angoscioso. L'atomo di ossigeno era il
nipotino preferito di una gigantesca stella Supernova che, impazzita
per il dolore, puntò la sua massa contro una piccola galasia
lenticolare, e già si attendeva il lampo e lo schianto di un miliardo
di stelline, quando improvvisamente si fece un gran silenzio. Tutto
nei cieli si fermò. Tutto, a eccezione di un leggero brivido nella
periferia di una galassia situata più o meno nella Zolla delle Due
Orse. Quì c'era un pianetuccolo orbitante insieme a otto compari
attorno a una stella di media grandezza. Detto pianetuccolo aveva un
satellite naturale e migliaia di satelliti succedanei: biglie
aculeate, bozzoli stronziformi e barattoli imbandierati lanciati in
orbita per chissà quale rito o mania. Questo satellite naturale,
pallido e foruncoloso, che nella lingua planetoide è detto "luna"
(Liu-nah), un tempo ispiratore di grandi afflati e imprese spaziali,
era rapidamente tornato al suo ruolo di fondale per efusioni.
Purtuttavia, per senso del dovere e in ossequio agli equilibri
gravitrazionali, anche quel giorno arrancava faticosamente sul
rettilineo un pò sghembo della sua orbita, verso una particolare
posizione che raggiungeva all'incirca una volt al mese, e di cui
andava orgoglioso. In questa posizione il satellite, che era buio e
spento, riceveva in pieno i raggi della stella Sole (Shoo-leey)
apparendo luminoso e splendente. Rimandava quindi sul pianetuccolo
(Tee-rrah) la suddetta radiazione spacciandola per roba sua. In tal
modo i suoi grigi deserti e i miseri crateri apparivano quanto mai
affascinanti. Questa fase era detta del "faccione" o di luna piena. Al
suo seducente verificarsi, dalla biosfera indigena del pianetuccolo si
levò un coro entusiasta: le rane gracidavano, i grilli vibravano, i
mannari ululavano, i paranoici deliravano, i poeti versificavano, le
lattughe incrementavano, le anguille emigravano.


http://lerubrichedimavaffanculp.blogspot.com/2009/04/stefano-benni-elianto.html

Posted via email from catoblepa

28 febbraio 2010

Primo Marzo 2010 Sciopero degli stranieri

Non è la prima volta che scendono in piazza. Ma è la prima che
organizzano un “loro” sciopero per dire: ci siamo, abbiamo delle vite
e dei diritti. Una data in qualche modo “storica”, questo lunedì 1°
marzo.

La rivoluzione in giallo

I migranti l’hanno voluta così. Colorata e allegra. Una giornata non
violenta, semplicemente per dire: lavoriamo qui, diamo un contributo
importante al paese e incrociando le braccia, voi probabilmente vi
accorgerete di quanto sia significativo il nostro impegno.

From: http://beta.vita.it/news/view/100980

http://www.primomarzo2010.it

Posted via email from catoblepa

25 febbraio 2010

When using open source makes you an enemy of the state

Cosa?
Si scopre che l'International Intellectual Property Alliance, un
gruppo che riunisce le organizzazioni, fra cui la MPAA e la RIAA, ha
chiesto che paesi come l'Indonesia, il Brasile e l'India fossero
inclusi nella lista “Special 301 watchlist” per la loro posizione
favorevole al software open source.

Cos'è la “Special 301 watchlist”?
Esamina l'adeguatezza e l'applicazione dei diritti sulla proprietà
intellettuale in tutto il mondo, o di fatto, l'elenco dei paesi che il
governo degli Stati Uniti considera nemici del capitalismo (vengono
presi in considerazione principalmente i prodotti farmaceutici e le
merci contraffatte) e viene utilizzata come forma di pressione e di
negoziazione.

From: http://www.guardian.co.uk/technology/blog/2010/feb/23/opensource-intellectual-property

Related: http://www.ossblog.it/post/5836/usate-software-foss-allora-siete-dei-pirati

Posted via email from catoblepa